Digital History Blog

STORIA DIGITALE: SAPERE STORICO E INSEGNAMENTO DELLA STORIA

TIME MACHINE EUROPE: BIG DATA E ANALISI DEL PASSATO

Maggio 22, 2020
Dalla Redazione

STORIA DIGITALE

IL PROGETTO DI UN MOTORE DI RICERCA EUROPEO SULL’ARTE E LA STORIA

time-machine-official

Un recente articolo di Carlo D’Elia pubblicato sulla rivista Wired (28 febbraio 2020) riporta la notizia dell’avvio del Progetto Time Machine, finanziato dall’Unione Europea, con lo scopo di realizzare un motore di ricerca capace di “accedere alle informazioni su persone e luoghi del passato”.  Musei, archivi storici e biblioteche lavoreranno nei prossimi anni alla digitalizzazione di documenti e libri. La successiva estrazione di masse di dati (Big Data), fino ad ora trascurati, rielaborati con le tecniche dell’intelligenza artificiale consentiranno “interpretazioni più ricche del nostro passato”.

Continue Reading

QUESTIONI DI GENERE. SIMONE DE BEAUVOIR

Maggio 19, 2020
Dalla Redazione

CALENDARIO CIVILE

Maggio 1949 – Esce a Parigi Le deuxième sexe di Simone de Beauvoir

Simone_de_Beauvoir

“Sono trascosrsi settant’anni da quando furono pubblicati, a poca distanza l’uno dall’altro, i due volumi del Secondo sesso di Simone de Beauvoir: fu una tappa essenziale della riflessione sulla condizione femminile(…) un atto radicale di denuncia, il manifesto di una lotta per l’emancipazione femminile che costituirà, nel corso di tutti questi decenni, un elemento portante, un punto di riferimento e una bandiera.”. Così ci ricorda questa data Julia Kristeva in un suo contributo del 2019 inserito nel Calendario civile europeo (Angelo Bolaffi, Guido Crainz, Donzelli, 2019).

La storia di questo libro, di questa donna, di questa intellettuale è un capitolo della storia della Francia e insieme un capitolo della storia di genere che merita di essere ricordata nel calendario civile, ben al di là dei confini francesi.

Ma chi era Simone de Beauvoir?

Continue Reading

PERCORSI DI APPROFONDIMENTO: INSEGNARE STORIA – 3

Maggio 11, 2020
Dalla Redazione

Introduzione copsecondaIdefnsSt

Il fatto storico è al centro della terza lezione di Insegnare storia. Che cos’è un fatto storico? Quali sono i criteri che lo distinguono da altri fatti del passato? Quel è la sua struttura? Come lo si configura in relazione ai contesti di riferimento? Qual è il rapporto tra il senso attribuito a quel fatto storico e il rapporto che lo storico ha con il suo presente?

Sono queste alcune delle domande alle quali l’autore cerca di rispondere in questa lezione con l’intento di creare una relazione tra le questioni di metodologia storica affrontate e la storia scolastica.

Altri storici si sono interessati di metodologia affrontando questi temi, più ristretto il numero degli studiosi che hanno cercato di mettere in relazione la metodologia storica con l’insegnamento della storia.

Il testo è a cura di Ivo Mattozzi

Buona lettura.

Continue Reading

PEAR DECK – PRESENTAZIONI DIDATTICHE INTERATTIVE PER LA GESTIONE DI UNA LEZIONE

Maggio 7, 2020
Dalla Redazione

STRUMENTI E SOFTWARE

pear_deck_1

Oggi presentiamo uno strumento per la creazione di lezioni che, per le sue caratteristiche di interattività, mostra di essere di grande utilità per il docente che realizza attività didattiche digitali. Stiamo parlando di Pear Deck, un programma add – in di piccole dimensioni che può essere aggiunto a strumenti di presentazione come Google Slide e permette di usare funzionalità interattive per la gestione di un gruppo classe in presenza o a distanza.

Continue Reading

CALENDARIO CIVILE

Maggio 5, 2020
Dalla Redazione

CALENDARIO CIVILE

calendario civile

Con questo post iniziamo una nuova rubrica dedicata al calendario civile. Il tema non è nuovo e si ripropone tutte le volte che qualche ricorrenza non condivisa fa discutere l’opinione pubblica.

In questa settimana abbiamo ricordato due date particolarmente significative della memoria e della storia italiana, il 25 aprile, festa della Liberazione italiana dall’oppressione nazi-fascista e il 1° maggio festa dei lavoratori. Ma ce ne saranno tante altre nel corso dell’anno da porre in evidenza, diventano sempre più numerose e rappresentano una sorta di mosaico della memoria laica, individuale e collettiva che si affianca ad altri calendari, come ad esempio quelli religiosi. Con questi ultimi non c’è contrapposizione, piuttosto con un calendario civile si vuole affermare, in modo autonomo, l’esistenza di un ciclo di ricorrenze laiche rispetto a quelle religiose. Tali date segnano la memoria di una comunità ristretta, di un popolo, di un continente o anche dell’intero pianeta e sono destinate a rimenere impresse nella memoria collettiva anche se non necessariamente condivise.

Ma come si scelgono le festività di un calendario civile? E soprattutto chi le sceglie? Continue Reading

PERCORSI DI APPROFONDIMENTO: INSEGNARE STORIA – 2

Maggio 2, 2020
Dalla Redazione

InsegnarestoriaJPGdef

Introduzione

In questo post iniziamo il corso vero e proprio. Affronteremo il tema del processo di costruzione della conoscenza storica, immaginando di seguire uno studioso nel suo percorso di ricerca.

Scopriremo il condizionamento su di lui esercitato dal suo rapporto con il presente e dalla rete di operatori cognitivi che influenza l’attività conoscitiva.

La costituzione del fatto storico, l’unità di analisi della storiografia, è la prima operazione messa in atto dallo storico che ci farà comprendere la differenza tra passato e conoscenza storica. Scopriremo altresì il movimento circolare di scambio che esiste tra passato e conoscenza storiografica.

Conosceremo infine gli elementi cardine che rendono possibile una tensione conoscitiva di tipo storiografico verso il passato, imparando a distinguere tra senso del passato e senso storico.

Il testo è a cura di Ivo Mattozzi

Buona lettura.

Continue Reading

IL 1° MAGGIO E LA STORIA DEL LAVORO

Aprile 29, 2020
Dalla Redazione

TheTriunphofLabour_W_Crane

Tra qualche giorno, il 1° maggio, ricorre la festa del lavoro e dei lavoratori, una ricorrenza da tempo entrata a far parte del calendario civile in un gran numero di Paesi, con alcune importanti eccezioni. Si festeggia il lungo cammino di lotte e di sacrifici per la conquista di alcuni diritti sul lavoro inalienabili, come quelli sanciti dall’art.23 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. 

Tali diritti hanno sicuramente migliorato la condizione dei lavoratori ma  le conquiste realizzate non valgono ancora per tutti, basterebbe pensare ai fenomeni di disoccupazione, alle diverse forme di lavoro nero e di sfruttamento minorile e alla sicurezza sul posto di lavoro. Tanto meno le possiamo considerare valide per sempre, perchè possono essere messe in discussione dalle modificate condizioni economiche e politiche.

Cè anche bisogno di riflettere, in questa giornata, soprattutto con le nuove generazioni, quelle che subentreranno nei prossimi anni ai loro padri,  sulle trasformazioni del lavoro, sulle nuove professioni e quindi anche sui nuovi diritti di cui avranno bisogno i nuovi lavoratori.

Come al solito, a cavallo tra Presente, Passato e Futuro cerchiamo in questo post di fornire utili indicazioni e risorse, digitali e non, per affrontare questo tema in un ambito storico più generale, quello della storia del lavoro.

Continue Reading

LA RADIO E I GIORNI DELLA LIBERAZIONE

Aprile 24, 2020
Dalla Redazione

radiostoria

Alle 22.10 del 25 aprile 1945 Radio Milano diffondeva l’annuncio che l’Italia del Nord era libera. Lo sforzo e il coraggio di partiti e movimenti antifascisti si traduceva nel progetto di una nazione che voleva voltare pagina. Abbiamo già pubblicato un post sul 25 aprile alcuni giorni fa. Oggi vorremmo parlare di un altro argomento, poco trattato dalla storiografia e ancor meno nella manualistica scolastica e quindi nell’insegnamento: la comunicazione radiofonica.

In quella che fu definita dagli storici una “guerra di liberazione”, il contributo della radio o per meglio dire delle radio libere, nel loro sforzo di accompagnare la lotta di liberazione italiana dal 1943 al 1945, forse non ancora debitamente valutato dagli storici, si rivelò di notevole importanza.

Continue Reading

M9 – PER UN NOVECENTO DIVERSO AL MUSEO

Aprile 20, 2020
Dalla Redazione

M9

Oggi parliamo di questo museo di Mestre (VE), l’M9. Certo, di questi tempi, è un po’ complicato pensare di andare a visitare un museo, semmai anche un po’ distante dal luogo di provenienza. Ma questo periodo dovrà pur finire e dovremo ritornare a vedere cose interessanti, a fare cose diverse dal solito. Ecco, M9 offre, a mio parere,  queste possibilità.

Continue Reading

Powered by WordPress.com.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: